Le buone abitudini nascono in famiglia

Post 10 of 16

Studio Dentistico dr. Paolo Papa | Medico Chirurgo Odontoiatra a Napoli: suggerimenti di odontoiatria pediatrica

Presso lo Studio Dentistico del dott. Paolo Papa a Napoli, non si effettuano attività cliniche pediatriche, ma per adempiere allo scopo di questo sito web, che vuole essere uno strumento ausiliario alla salute dentale, ritengo utile dare alcuni suggerimenti ai neo genitori.

I genitori dovrebbero preoccuparsi da subito del corretto sviluppo dei denti e dell’intera bocca del proprio bambino, e dovrebbero portarlo dal dentista pediatrico per una prima visita di controllo, all’età di un anno, in modo tale da poter monitorare l’igiene orale e lo sviluppo dell’intera bocca, salvo una diversa valutazione fornita dal pediatra.

Sarebbe anche consigliabile che, la prima esperienza del bambino con il dentista non coincidesse con la necessità di eseguire un trattamento di qualche tipo, per rendere questo primo incontro, un momento gradevole, vissuto dal bambino senza alcuna paura.

Quello che segue vuole essere un elenco di buone pratiche di igiene e profilassi per la salute dentale dei più piccoli, perché le buone abitudini nascono in famiglia:

  • La salute e lo sviluppo armonico della bocca del bambino sono influenzati dall’allattamento al seno che va promosso e sostenuto.
  • Fin dai primi mesi di vita del bambino è importante curare l’igiene della sua bocca, detergendo e strofinando delicatamente dopo ogni pasto o almeno due volte al giorno, le gengive con una garzina umida.
  • Quando spunteranno i primi dentini passare all’use di uno spazzolino piccolo e morbido inumidito con l’acqua. I primi dentini a spuntare saranno quelli davanti, gli incisivi, seguiranno poi quelli di lato, i canini ed i molari; in tutto saranno venti, dieci di sopra e dieci di sotto. Verso i due anni di età la dentatura da latte dovrebbe essere completa.
  • Non bagnare il ciuccio o la tettarella del biberon con la vostra saliva, in questo modo potreste trasmettergli batteri dannosi.
  • Evitate di passare il ciuccio o la tettarella nel miele o in altre sostanze dolci.
  • Verso i 18/24 mesi di vita diradate l’uso di ciuccio e del biberon per passare all’uso di tazza e posate e ad una alimentazione solida.
  • Scegliere con cura gli alimenti, ricordando che tutto ciò che fa bene ai denti fa bene a tutto il corpo.
  • Evitare di somministrargli alimenti e bevande zuccherate fuori dai pasti principali e non abituarlo ad essere premiato o consolato con sostanze dolci.
  • Prima e durante il sonno notturno dagli da bere solo acqua: la regola è che “si va a letto con i dentini puliti”.
  • Scoraggiare cattive abitudini come succhiarsi il dito o mangiarsi le unghie che possono procurare gravi danni alla dentatura ed alla bocca.
  • Rendere l’ambiente dove il bambino vive, sicuro da possibili traumi accidentali che potrebbero interessare denti e mascelle.
  • Lasciare che sia presente quando vi lavate i denti e suggerire di imitarvi, ma solo per gioco, ed in questo modo sarete voi a guidarlo insegnandogli i primi gesti. Può far parte del gioco spazzolare i dentini con una dose di dentifricio per bambini, delle dimensioni di una lenticchia, pulire tutte le superfici dei denti, quella dove mastica, quella verso l’interno, quella verso l’esterno sia sopra che sotto senza dimenticare di pulire anche il dorso della lingua.
  • L’uso del fluoro aiuta a rinforzare la sua dentatura ed a ridurre il rischio di carie: chiedere al dentista pediatrico ed al pediatra le dosi corrette di somministrazione.
  • Se sono presenti delle carie, queste devono essere curate perché, oltre a provocare molto dolore, possono rovinare i denti che nasceranno dopo.
  • Abituatevi a portarlo con voi quando vi recate ad una visita dal dentista affinchè cominci a prendere confidenza anche con questo medico.