Studio Dentistico dr. Paolo Papa | Medico Chirurgo Odontoiatra a Napoli: consenso informato.

Da diversi anni, in ambito medico e odontoiatrico è diventata prassi, prima dello svolgimento di qualsiasi attività terapeutica, la richiesta al paziente del cosiddetto consenso informato; alla luce di quanto indicato dall’art. 35 del Capo IV del Codice di Deontologia Medica: “il medico non deve intraprendere attività diagnostica e/o terapeutica senza l’acquisizione del consenso informato del paziente“. La filosofia adottata dallo Studio Medico Odontoiatrico Paolo Papa si accorda perfettamente con tale precetto: è evidente, infatti, che prima di mettere in campo una qualsivoglia azione che incida sulla salute del ammalato, è necessario uno scambio informativo tra medico odontoiatra e paziente allo scopo di individuare e definire la soluzione medica più consona al caso clinico in essere, e questo a maggior ragione, quando non si tratta solo di curare una patologia, ma di migliorare l’aspetto fisionomico del paziente.

In definitiva, secondo i dettami dell’art. 33 del Codice Deontologico, lo scopo del consenso informato, è quello di attestare che il medico odontoiatra, cui è affidata la realizzazione dell’attività terapeutica, abbia debitamente comunicato al paziente le modalità del trattamento proposto, i benefici attesi, gli eventuali effetti indesiderati e le possibili controindicazioni che possono derivare dall’esecuzione del trattamento stesso. In tal modo il paziente che si reca allo Studio Dentistico del dr. Paolo Papa è in grado di decidere in piena libertà e coscienza, manifestando in modo inequivocabile, la sua volontà di aderire alle prestazioni che saranno erogate presso la struttura odontoiatrica.

L’acquisizione obbligatoria del consenso informato del paziente, non esime il medico odontoiatra dalle proprie responsabilità in relazione alla corretta esecuzione delle attività e degli atti che, secondo “scienza e coscienza” ha ritenuto opportuno compiere nell’esercizio della propria professione medica; anche la III sezione Civile, della Corte di Cassazione, con la sentenza del 15 gennaio 1997 n.364, si è pronunciata in tal senso attestando che “la validità del consenso è condizionata all’informazione  da parte del professionista al quale è richiesto, sui benefici, sulle modalità in genere, sulla scelta tra le diverse modalità operative e sui rischi prevedibili specifici dell’intervento terapeutico… informazione che deve essere effettiva e corretta…”.

Alla luce di quanto finora detto, il lavoro proposto dallo Studio Dentistico del dr. Paolo Papa si basa su una efficace e corretta informazione, cardine fondamentale per ottenere il consenso informato da parte del paziente; uno dei compiti principali del medico chirurgo odontoiatra è, dunque, verificare che il suo assistito abbia compreso pienamente il significato delle sue parole, al punto che, qualora il suo paziente fosse di nazionalità straniera, l’odontoiatra deve avvalersi del supporto di un interprete.

Il consenso informato conferisce dunque un carattere di legittimità agli atti ed alle attività terapeutiche del chirurgo odontoiatra ed il paziente è partecipe delle decisioni terapeutiche che lo vedono oggetto di scelte che attengono alla propria integrità fisiologica.

Il consenso informato e la eventuale documentazione a corredo sviluppata presso lo Studio del Medico Chirurgo Odontoiatra dr. Paolo Papa sono parte della cartella clinica del paziente e restano a disposizione dell’assistito, che può farne richiesta di copia all’occorrenza.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per fornire alcuni servizi. Cliccando sul bottone "OK, accetto ne consentirai l'utilizzo. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi