Ritrova il sorriso grazie all’esperienza trentennale del Dott. Paolo Papa nel campo implanto-protesico e della rigenerazione ossea!

In alcuni casi, laddove il professionista lo ritenga opportuno, è possibile mettere in atto i protocolli di GBR (Guided Bone Regeneration) per favorire mediante una rigenerazione ossea guidata, l’osteointegrazione dell’impianto dentale.

Studio Dentistico Dott. Paolo Papa a Napoli: Rigenerazione ossea

Il trattamento riabilitativo delle edentulie con protesi fissa su impianti dentali costituisce, ad oggi, il gold standard in odontoiatria.

Tuttavia, non sempre è possibile inserire uno o più impianti. Una delle principali controindicazioni è rappresentata dal fumo: un paziente che fumi più di 20 sigarette al giorno è maggiormente esposto a rischio di fallimento impiantare.

Inoltre, chi soffre di malattie metaboliche, come il diabete, non controllate può avere maggior rischio di complicanze post-implantari. Nei soggetti affetti da parodontite cronica, con una cattiva gestione dell’igiene orale domiciliare, la durata degli impianti può essere notevolmente ridotta.

Accanto alle condizioni sistemiche e locali e alle abitudini del soggetto, altro fattore fondamentale per il buon esito di una riabilitazione implanto-protesica è rappresentato dalla quantità e qualità di osso mascellare o mandibolare, che viene accuratamente valutata dal professionista prima di intervenire.

Pertanto, accanto alla valutazione con esame obiettivo intraorale, è indispensabile la richiesta di una Tac-Cone Beam (TC-CB), che consenta di visualizzare la quota ossea in oggetto nella sua tridimensionalità, rispetto ad una radiografia bidimensionale come una Ortopantomografia (OPT).

Studio Dentistico Dott. Paolo Papa a Napoli: Tac-Cone Beam (TC-CB)

Nei casi in cui la morfologia ossea residua risulti inadeguata spesso l’odontoiatra è costretto a fare retrofront rispetto al piano di trattamento implantare che aveva impostato, in quanto la scarsità ossea non permette all’impianto dentale di essere adeguatamente circondato da tessuto duro e “osteintegrato”.

Tuttavia, in alcuni casi selezionati, laddove il professionista lo ritenga opportuno, è possibile mettere in atto i protocolli di GBR (Guided Bone Regeneration) per favorire comunque, mediante una rigenerazione ossea guidata, l’osteointegrazione dell’impianto dentale.

La GBR consiste nell’utilizzo di membrane, che bloccano le cellule epiteliali e connettivali, che fisiologicamente tendono a moltiplicarsi più rapidamente delle altre, per favorire, invece, la proliferazione di fibroblasti e osteoblasti.

Inoltre la membrana contribuisce a mantenere lo spazio in corrispondenza del difetto osseo affinché questo venga riempito dal coagulo ematico che, se mantenuto stabile, verrà poi gradualmente sostituito da osso neoformato.

Studio Dentistico Dott. Paolo Papa a Napoli: Edentulia

Le membrane possono essere di due tipi: riassorbibili e non riassorbibili. Le prime si dissolvono spontaneamente all’interno dei tessuti biologici tra le 4 e 24 settimane e pertanto sono preferibili. Sono generalmente in acido polilattico e poliglicolico o in collagene.

Le membrane non riassorbibili, invece, vanno rimosse dopo 4-6 settimane dall’intervento. Sono in politetrafluoroetilene espanso, eventualmente rinforzate con un’anima in titanio.

L’applicazione di una membrana può avvenire durante la stessa seduta dell’inserimento implantare o in una seduta precedente e propedeutica al successivo intervento di implantologia, ciò a seconda della severità del difetto osseo da rigenerare. Il periodo di guarigione successivo oscilla tra i 9 e i 12 mesi, in accordo con i lunghi tempi di rigenerazione ossea.

È importante che la membrana non sia mai esposta nel cavo orale durante questo periodo, altrimenti potrebbe andare incontro ad infezione e complicare la guarigione tissutale.

Spesso all’impiego di una membrana si può associare un innesto osseo che faccia da scaffold (impalcatura) per sostenere e stimolare la proliferazione delle cellule ossee del paziente.

Gli innesti possono essere ricavati da osso bovino o equino, che, riempiendo la zona di deficit, ne favoriscono una più rapida guarigione e, conseguentemente, una buona osteointegrazione dell’impianto.

Studio Dentistico Dott. Paolo Papa a Napoli: Rigenerazione ossea guidata

La rigenerazione ossea può costituire una grande opportunità terapeutica, in determinati casi clinici. Lo Studio Odontoiatrico Papa offre al paziente, in caso di necessità, la possibilità di affidarsi all’esperienza trentennale del Dott. Paolo Papa nel campo implanto-protesico, in modo da soddisfare le esigenze più disparate di pazienti parzialmente o totalmente edentuli per ridare loro il sorriso e riabilitarli funzionalmente ed esteticamente con competenza e passione.